#RoadToDerby: Fassone e i suoi deliri di onniscenza. Il derby fuori dal campo lo ha già perso

#RoadToDerby: Fassone e i suoi deliri di onniscenza. Il derby fuori dal campo lo ha già perso Non riesco a capire perché le dichiarazioni rilasciate da Marco Fassone abbiano avuto tanta importanza. Davvero, non mi capacito del perché, a distanza di oltre 48 ore, sia dia tanto peso a quello che ha detto. Per carità, nulla da dire sul fatto che l’Inter sia sempre stata bisognosa di un uomo forte. Specie in panchina. Le vittorie le hanno portate gente come Mancini e Mourinho, non certo Pioli e Zaccheroni. Quello che però non può passare è che l’Inter, ora come ora, sia un club disorganizzato. C’è un organigramma chiaro: Zhang Jindong patron, il figlio Steven a fare le sue veci in Italia, Thohir socio di minoranza e Zanetti vicepresidente. A comandare le strategie di mercato Walter Sabatini, a seguire Piero Ausilio. E mi pare che, proprio con l’arrivo di Sabatini, il disordine generale che regnava fino ad aprile sia un lontano ricordo (ribadisco, pare, perché l’Inter ci ha abituato a stravolgimenti anche peggiori). La cosa che fa specie è sapere che determinate parole siano state pronunciate da un ex dirigente dell’Inter. Un dirigente mandato via da poco tempo, tra l’altro. Scusaci Marco, di grazia, ma quando l’Inter era un club seriamente disorganizzato, tu, di preciso, cosa hai fatto per migliorarlo? Io di te ricordo solo mercati osceni. Quello dell’estate 2014 è stato l’apice delle nefandezze di un dirigente dell’Inter. Una squadra che, messa sulla carta, era buona per disputare il torneo di calcio a 5 di Caronno Pertusella. E che dire della porcata di gennaio 2014. Avevi venduto un Guarin nel pieno della forma per un Vucinic già finito e pronto ad andare a giocare in Qatar in mezzo ai cammelli. La società disorganizzata c’era quando c’eri tu e quelli come te. Non ti preoccupare di casa nostra: guarda in casa tua. Vienici a raccontare che Audi e Adidas vi lasciano a piedi dopo 20 anni per eccesso di competenza e organizzazione societaria. Magari perché la società poco chiara è quella che mandi avanti tu, non trovi? Comunque bravo. Con i 250 milioni di euro spesi potevi prendere 4 top player, e hai deciso di fare all in su una squadra cambiata per nove undicesimi (e nemmeno troppo in meglio). Si vede che al mattino, a colazione, mangi pane e volpe per essere così astuto. Mi raccomando, fai più danni della grandine anche là, così come hai già fatto da noi, alla Juve e al Napoli. Mi chiedo chi possa essere il folle che ti affida ancora la gestione di una società. Dopo le ultime performance, manco l’immondizia ti affiderei. Saluta Yonghong Li, il cinese con i soldi (del Monopoly). L’articolo #RoadToDerby: Fassone e i suoi deliri di onniscenza. Il derby fuori dal campo lo ha già perso sembra essere il primo su Mondo Inter. Andrea Decorato
from Inter Club C’è solo l’Inter Pavia http://ift.tt/2z4NSUq
via IFTTT