Finale Mondiale, l’Inter c’è e va detto: Perisic-Brozovic un vanto per Spalletti

Brozovic-Perisic-Inter-Udinese.jpg

C’è anche l’Inter nell’atto finale dei Mondiali di Russia 2018: con una gran partita giocata contro l’Inghilterra, la Croazia di Ivan Perisic e Marcelo Brozovic ha conquistato la prima finale mondiale della sua storia. Un traguardo eccezionale per una Nazionale piena di talento, ma anche un po’ per la società nerazzurra e per il tecnico Luciano Spalletti che ha forgiato e fatto crescere in modo esponenziale i due giocatori

Ivan Perisic e Marcelo Brozovic oggi sono sulla bocca di tutti, perché la finale di un Mondiale non si raggiunge mai a caso, soprattutto se è la prima nella storia della Croazia. I due nerazzurri dunque raggiungono un traguardo eccezionale da assoluti protagonisti, nonostante si tenda a minimizzare per mettere in luce i più famosi ed esperti Luka Modric, Ivan Rakitic e Mario Mandzukic.

Il centrocampista, dopo qualche panchina, si è preso il posto in squadra mettendosi in mostra proprio come ha fatto nella seconda parte di stagione disputata con l’Inter: preciso, attento, infaticabile. Il Brozovic di Luciano Spalletti, per farla breve. Sì, perché Epic non è mai stato così Epic prima dell’avvento del tecnico toscano: Spalletti lo ha rivalutato, gli ha dato fiducia e lo ha responsabilizzato. E i frutti si vedono, vero Zlatko Dalić?

L’esplosiva ala numero 44 in nerazzurro e numero 4 in Nazionale ha disputato con l’Inter una stagione altalenante, che comunque ha prodotto un bel bottino tra assist e gol e anche qui lo zampino di Spalletti si vede. Perisic più di una volta ha dato l’impressione di andare al risparmio e con il Mondiale alle porte i malpensanti qualche idea se la sono fatta, ma c’è anche da considerare l’enorme lavoro che l’ex Borussia Dortmund offre in fase di copertura, un prezioso aiuto al quale Spalletti non è mai riuscito a rinunciare. Anche al Mondiale Perisic ha messo in mostra le sue caratteristiche, esplodendo definitivamente nella semifinale contro l’Inghilterra nella quale ha messo a segno il gol dell’1-1, colpito un palo e fornito l’assist per il gol del 2-1 di Mandzukic. Ora manca l’ultimo step per i due interisti, un vanto per la loro patria ma anche per l’Inter.

Contenuto generato e fornito da Inter-News – Ultime notizie Inter
Inter-news.it © 2018 – Tutti i diritti riservati

Leggi la notizia completa qui: Inter-News https://ift.tt/2KU0yb6
via IFTTT https://ift.tt/2NaGDkZ visita la nostra pagina fb: https://ift.tt/1VotyWY

Annunci