Spalletti a Inter TV: “Bilanciare 2 serbatoi! Mi complimento con 3. Gasperini…”

Spalletti Inter TV

Luciano Spalletti – prima della conferenza stampa della vigilia -, intervistato da “Inter TV”, risponde alle domande dei tifosi dell’Inter in vista della partita di domani a Bergamo contro l’Atalanta dell’ex Gasperini

DUE SERBATOI INTER – Il momento positivo dell’Inter non fa stare del tutto tranquillo Luciano Spalletti, che chiede maggiore attenzione ai suoi: «Il morale della squadra è buono perché poi, quando si fanno degli ottimi risultati, aumenta e riempie quello che è il serbatoio della convinzione, però poi bisogna stare attenti a non fare confusione perché poi, di conseguenza, viene anche un po’ stimolato quello della presunzione quando fai dei risultati di questo livello. Qui bisogna essere bravi: uno sempre più pieno e uno sempre più vuoto! Perché poi le vittorie non ti danno diritto ad avere dei vantaggi nella partita successiva, bisogna sempre stare attenti a ripartire non mollando di un centimetro».

ATALANTA DA CHAMPIONS – Spalletti tesse lodi per l’Atalanta, che va temuta: «Basta avere l’obiettività di quella che è la forza dell’avversario che andiamo a incontrare, di quelli che sono stati gli ultimi campionati fatti dall’Atalanta e di quello che sta facendo in questo torneo, perché soltanto la classifica non fa essere l’Atalanta tra le primissime, ma se si vanno a vedere quelli che sono i numeri che accompagnano la corsa di questa squadra, ci troviamo tutte quelle qualità della squadra forte, della grandissima squadra. Gian Piero Gasperini è uno di quegli allenatori che fa del bene al calcio, che lo rende sempre più bello e moderno. E la forza degli avversari è indubbia, basta tornare indietro qualche mese e vedere quello che hanno fatto in Europa League, con chi si sono affrontati e con chi avrebbero meritato di vincere, per considerare questa partita un’estensione della Champions League».

TRIS DI COMPLIMENTI – Brillano Joao Mario e Roberto Gagliardini, Spalletti li esalta più degli altri: «La cosa fondamentale è la qualità del campione vero, quello che mette il calcio e il risultato della squadra davanti a tutte le cose che possiede e che ha giornalmente. Io in quelli che citati metterei anche Dalbert, perché sono loro tre quelli a cui vanno fatti veramente i complimenti perché, essendo stati esclusi dalla Champions, ci sono dei momenti che ti mettono veramente in discussione e difficoltà su quello che deve essere il tuo comportamento. Lì ci vuole una mente solida costante, perché poi ti devi ri-stimolare sempre da solo. Quando sei con i compagni, con il mister e con tutto il gruppo è un discorso, quando sei lì da solo e sei tu che vai poi a innescarti quelli che sono i comportamenti corretti, le motivazioni e via dicendo, è una roba molto più tosta e dura, per cui gli si fanno veramente i complimenti».

OSTACOLO STORICO BERGAMASCO – Spalletti non si fida assolutamente dell’Atalanta né dell’ambiente di Bergamo, ricordando lo Stadio “Atleti Azzurri d’Italia” come un campo di battaglia: «Mi aspetto una partita come sono sempre state quando siamo andati a giocare su quel campo, io me le ricordo tutte, momento dopo momento, anche con le altre squadre, quando ho giocato contro in quello stadio, a questa squadra che ha questa caratteristica indelebile del montarti addosso, del venire a sfidarti a viso aperto, del fare veramente del duello e della forza fisica una qualità fondamentale dentro lo sport».

Contenuto generato e fornito da Inter-News – Ultime notizie e calciomercato Inter
Inter-news.it © 2018 – Tutti i diritti riservati

Leggi la notizia completa qui: Inter-News https://ift.tt/2FfKA8D
via IFTTT https://ift.tt/2vVkwIX visita la nostra pagina fb: https://ift.tt/1VotyWY

Annunci