Marotta controlla tutto, ma nell’area societaria collabora e delega – GdS

marotta

La “Gazzetta dello Sport” traccia un ampio ritratto di Beppe Marotta. Il dirigente controlla ogni aspetto societario, ma per l’area sportiva è abituato a collaborare con figure indipendenti.

L’UOMO CON LE CHIAVI – Anche un mecenate ha bisogno d’aiuto. E per questo Marotta arriverà all’Inter. Il giovane Steven Zhang di oggi è l’Andrea Agnelli di ieri: il calcio accoglie tutti, ma per alcune stanze serve il passaporto. Il nuovo dirigente nerazzurro è questo. Lo è stato alla Juventus, ma anche in tutte le altre sue squadre, in rapporto agli obiettivi.

CONTROLLO E COLLABORAZIONE – L’Inter lo chiama per dargli centralità di scelta. Il Marotta all inclusive è una gestione totalizzante. L’organizzazione societaria è sempre stata un suo pallino, un gioco di squadra che non va in contraddizione con compiti precisi e ampie deleghe. Negli anni ha sempre lavorato con un direttore sportivo di peso, ecco perché il ruolo di Piero Ausilio non verrà ridimensionato. Anzi.

TUTTE LE SITUAZIONI IN MANO – E ciò vale anche per le altre posizioni strategiche, dal settore giovanile alla preparazione atletica. Un esempio: alla Juventus ha portato lui Roberto Sassi quale supervisore per tutte le squadre del club. In casa bianconera ha anche introdotto il ruolo delle psicologo a disposizione di tutto il mondo Juve. In tutte queste scelte c’è un’unica ratio: governare senza pressioni. Ma con il continuo controllo di tutte le situazioni.

Contenuto generato e fornito da Inter-News – Ultime notizie e calciomercato Inter
Inter-news.it © 2018 – Tutti i diritti riservati

Leggi la notizia completa qui: Inter-News https://ift.tt/2zELVRl
via IFTTT https://ift.tt/2l7cdEe visita la nostra pagina fb: https://ift.tt/1VotyWY

Annunci