Kolarov non entra per 120′, la Serbia soccombe ai rigori con la Scozia

Aleksandar Kolarov

Kolarov non ha giocato Serbia-Scozia, finale dei play-off di qualificazione agli Europei del 2020. Il difensore dell’Inter è rimasto a guardare i compagni che, ai rigori, hanno perso 5-6 mancando così l’accesso alla fase finale.

DAGLI UNDICI METRI – Dopo ventidue anni di assenza la Scozia torna in un grande torneo continentale. Lo fa al Marakana di Belgrado, dove supera la Serbia per 5-6 ai rigori (1-1 dopo tempi regolamentari e supplementari). Niente da fare per Aleksandar Kolarov, che non gioca nemmeno un minuto per un’esclusione sorprendente. Nel primo tempo succede poco e niente, è nella ripresa che si vedono i gol. Al 52′ sblocca la situazione Ryan Christie, che con un gran lavoro riesce a girarsi ai diciotto metri e trova anche l’angolo giusto al momento del tiro. Per la Scozia sembra fatta, ma proprio al 90′ i padroni di casa riescono a pareggiare: corner da sinistra e in area colpisce Luka Jovic, subentrato. Ai supplementari ovviamente succede poco: vince la tensione. Strano però che il CT serbo Ljubisa Tumbakovic non faccia entrare Kolarov, che pure è rigorista. Dal dischetto i primi nove sono perfetti, poi tocca ad Aleksandar Mitrovic: calcia alla sua destra, David Marshall si oppone. Parata decisiva, e la Scozia all’ultimo tiro va agli Europei.

Contenuto generato e fornito da Inter-News – Ultime notizie e calciomercato Inter
Inter-news.it © 2019 – Tutti i diritti riservati

from Inter-News https://ift.tt/2K71hpX
via IFTTT