Sabatini: “Perché Handanovic non si tuffa? E sul lavoro di Conte all’Inter…”

Sandro Sabatini

Sabatini – giornalista di “Sport Mediaset” -, ospite negli studi di “Pressing Serie A” su Italia 1, va all’attacco dopo il 2-2 di Roma-Inter. Nel mirino l’allenatore Conte, il portiere Handanovic e non solo

TANTE DOMANDE – Si pone diversi interrogativi Sandro Sabatini dopo il pareggio nerazzurro in casa della Roma: «Ivan Perisic non lo puoi mettere a fare la seconda punta, non l’ha mai fatta in vita sua! Deve giocare largo sulla fascia, in mezzo non sa cosa fare. Non puoi mettere al posto di Lautaro Martinez. Stai giocando in contropiede, perché togli Achraf Hakimi? Non ce la si può prendere con Aleksandar Kolarov per dieci minuti. Perché entra Kolarov e non Christian Eriksen? Stefano Sensi era stato il migliore contro il Crotone, perché non ha giocato nemmeno un minuto nelle ultime due partite? Ma poi, perché Samir Handanovic non si tuffa sui due gol? Normale o è appannato? Ha fatto anche delle belle parate, certo. Antonio Conte parla del verbo “lavorare”, ma anche gli altri allenatori lo fanno. Lo faceva anche Luciano Spalletti all’Inter. C’è lavorare bene e lavorare male. Se Conte lascia in panchina Eriksen e Sensi, come fa a valorizzare il suo lavoro? Vuole Leandro Paredes che non è superiore né a Eriksen né a Sensi. Non ho visto una gran Juventus contro il Sassuolo. Per vincere contro l’Inter dovrà fare qualcosina in più». Queste le parole di Sabatini sulle vicende nerazzurre.

Contenuto generato e fornito da Inter-News – Ultime notizie e calciomercato Inter
Inter-news.it © 2021 – Tutti i diritti riservati

from Inter-News https://ift.tt/3bqD5Kv
via IFTTT