Milan avanti ai rigori sul Torino, ai quarti di Coppa Italia Fiorentina o Inter

Hakan Çalhanoglu Milan

Il Milan sfiderà ai quarti di finale di Coppa Italia la vincente di Fiorentina-Inter (domani ore 15). Ai rossoneri, rispetto a sabato, per battere il Torino servono i rigori: 5-4 dopo lo 0-0 al 120’. Di Rincon l’unico errore.

AI RIGORI – Sarà il Milan l’avversario di Fiorentina o Inter ai quarti di finale di Coppa Italia. È 5-4 contro il Torino ai rigori, coi rossoneri perfetti dal dischetto. Per due ore, stavolta, l’ex Marco Giampaolo era riuscito a evitare il KO. Primo tempo scialbo, con una vera occasione: Zlatan Ibrahimovic, al ritorno da titolare dopo un mese e mezzo, al 30’ si libera bene ma calcia alto col destro. Lo svedese non rientra nella ripresa, per un’inevitabile gestione del minutaggio in vista di Cagliari.

RIPRESA COI PALI – Al 50’ ben pescato Rafael Leao in area, ma Vanja Milinkovic-Savic copre lo specchio. Milan che colpisce due pali nel giro di tre minuti: al 56’ cross di Pierre Kalulu per la girata di Davide Calabria salvata da Milinkovic-Savic, Diogo Dalot va sul rimpallo e prende il palo con rimbalzo addosso al portiere serbo che si salva con fortuna. Poco dopo altro cross per Calabria, che gira sul palo esterno. Rischia tantissimo a metà ripresa Milinkovic-Savic, che incespica su un controllo palla e quasi Rafael Leao gliela prende, ma poi si salva. Il Milan chiede rigore, ma non c’è nulla: per proteste espulso Gianluigi Donnarumma dalla panchina. A dieci minuti dal 90’ Mergim Vojvoda scivola e sbatte la spalla a terra: costretto al cambio. Brahim Diaz si divora l’1-0 all’86’, su palla malamente persa da Simone Zaza viene liberato solo davanti alla porta ma alza troppo il mancino e manda alto. Zaza si fa male a inizio recupero, con Andrea Belotti che lo rimpiazza.

TEMPI SUPPLEMENTARI E RIGORI – Non succede nulla nei primi quindici minuti di gioco. Al 113’ l’espulsione dalla panchina se la prende Giampaolo, per proteste pure lui. Occasioni non ce ne sono, si va ai rigori. Perfetti i primi quattro, rischia Lyanco ma Ciprian Tatarusanu sfiora soltanto. Sandro Tonali, invece, manda all’incrocio. Tatarusanu si riscatta e para su Tomas Rincon, con Alessio Romagnoli che porta il Milan in vantaggio. L’ultimo rigore del Torino lo tira proprio il portiere Milinkovic-Savic: sotto la traversa, potentissimo. Ma non basta, perché Hakan Çalhanoglu lo spiazza e il Milan è la prima squadra ai quarti di Coppa Italia.

Contenuto generato e fornito da Inter-News – Ultime notizie e calciomercato Inter
Inter-news.it © 2021 – Tutti i diritti riservati

from Inter-News https://ift.tt/3qhk2Xw
via IFTTT