Prandelli: «Arbitro, ci voleva più tatto alla fine. Dobbiamo avere più convinzione»

Cesare Prandelli Fiorentina

Cesare Prandelli esprime amarezza nei confronti dell’arbitro, al termine di Fiorentina-Inter. Ecco le sue parole in conferenza stampa.

AMAREZZACesare Prandelli commenta con malcelato fastidio il finale di Fiorentina-Inter. Secondo il tecnico viola, poteva esserci un’irregolarità prima del gol decisivo di Romelu Lukaku. Ecco le sue parole: «C’è amarezza e orgoglio. Amarezza perché, a un minuto dalla fine del secondo tempo supplementare, uno si può domandare: “Perché questo è da solo in area di rigore?”. Probabilmente c’era qualcosa prima, e forse per stemperare tutto avrebbe dovuto andare a vedere. Poi la decisione l’avremmo accettata, come abbiamo accettato ovviamente l’altra decisione. Anche perché noi abbiamo ricevuto dei rigori decisi dall’arbitro, che non sono mai andati al VAR, e poi rivedendoli c’erano molti dubbi. Non amo far polemica, ho grande rispetto degli arbitri. Però a trenta secondi dalla fine di una partita così, secondo me ci voleva un po’ più di tatto».

CONVINZIONE – Prandelli è tuttavia soddisfatto del percorso intrapreso dai suoi: «Nelle ultime sei o sette partite le prestazioni sono sempre state abbastanza buone. Poi è chiaro che se fai risultato diventano ottime, altrimenti ti rimane la prestazione, come quella di questa sera. Noi dobbiamo continuare a lavorare così, non dobbiamo pensare di essere fuori dai pericoli. Dobbiamo solo avere la convinzione che questa è la squadra giusta, con l’intensità giusta, con l’ordine giusto. Con la voglia anche di osare qualcosa in certi momenti. Quindi dobbiamo continuare così, non ho alchimie particolari. Cerco di migliorare i giocatori che ho a disposizione, sperando di metterli nella posizione giusta. Quando ci sono i cambi, tante volte ci sono giocatori che vengono penalizzati, ma non tanto perché lo meriterebbero, ma perché c’è una situazione contingente».

UOMO-GOL – Prandelli esprime poi soddisfazione per Christian Kouamé. L’ex Genoa segna ancora contro l’Inter: «Ha fatto la prestazione come s’allena. Lui si allena sempre bene, non avevo assolutamente bene. Le due punte? Se non ci sono i trequartisti, allora le due punte puoi proporle tutti i giorni. Ma se ho dei trequartisti diventa un po’ complicata la cosa. Quindi vuoi avere qualità coi trequartisti, o vuoi solo la profondità con le punte? È chiaro in qualche partita devi rischiare qualcosa: stasera l’abbiamo fatto, e la risposta è stata buona».

PRESIDENTE – Prandelli racconta poi il suo rapporto con Rocco Commisso, presidente dei viola oggi allo stadio. Ecco le sue parole: «È stata una conferma delle sensazioni che avevo mentre avevamo rapporti telefonici. È stata una persona che è entrata nel mondo del calcio portando dei valori, veramente profondi. Ed è un valore straordinario in questo mondo un po’ frenetico, che va oltre le righe. È stata una conferma: una persona di grande capacità comunicativa, sta seguendo sempre la squadra. Mi auguro proprio che riesca a farsi apprezzare soprattutto per queste qualità. Poi è chiaro che sul lavoro è determinato, è una persona che si è fatta da sola, ha fatto una fortuna. Sul lavoro è molto pretenzioso, giustamente. Ma a livello umano è una persona straordinaria».

QUALITÀ – Prandelli commenta poi le prestazioni di Gaetano Castrovilli e Sofyan Amrabat: «Castrovilli? Il primo tempo si abbassava troppo, ma venti metri più in alto ha dimostrato di avere grande potenzialità. Secondo me può migliorare ancora, se riuscisse a trovare i tempi e le posizioni ogni tanto. Però stasera ha dimostrato di essere un gran giocatore. Amrabat? Secondo me ha sempre confermato. Chiaro che se uno vede Amrabat come un regista, riceve dei giudizi negativi. Ma non è un regista, non abbiamo registi. Cerchiamo di manovrare velocemente, di portare la palla in certe zone del campo dove c’è più qualità».

RIBERY – Infine, Prandelli si dimostra attendista sul rientro di Franck Ribery, fuori per infortunio: «In questo momento non possiamo dirlo. Stamattina si è allenato molto bene, domani vediamo la reazione, perché ha avuto un problema non da poco».

Contenuto generato e fornito da Inter-News – Ultime notizie e calciomercato Inter
Inter-news.it © 2021 – Tutti i diritti riservati

from Inter-News https://ift.tt/3quG9tF
via IFTTT