Sabatini: “Eriksen, dovere suo, dell’Inter e di Conte capire. Non è un bluff”

Sandro Sabatini

Eriksen continua a far discutere, tanto da aver alzato la voce nei confronti dello scarso utilizzo di Conte con l’Inter in questo 2020. Il giornalista Sandro Sabatini ha parlato durante “Speciale UEFA Nations League” su 20 del danese, che stasera sarà impegnato in Inghilterra-Danimarca (ore 20.45).

COME RISOLVERE?Sandro Sabatini, in primis, dà un giudizio sulla vicenda Coronavirus: «A giocare a calcio non ci si ammala, non si prende il virus. La testimonianza è arrivata da Napoli-Genoa, perché i numeri sono quelli. A fare la vita attorno al calcio si rischia, perché i viaggi sono più lunghi. Per me sono talmente fugaci i contatti, anche quando c’è un assembramento su corner. In Napoli-Genoa non ci sono stati contagi, perché Elif Elmas e Piotr Zielinski non escono da lì».

IL DISCUSSO – Sabatini poi si sofferma su Christian Eriksen: «Per me è un buon giocatore e credo sia dovere dell’Inter, di Antonio Conte e anche dello stesso Eriksen capire cosa non va. Se al derby gioca perché Stefano Sensi è squalificato non va da nessuna parte. Lì (con la Danimarca, ndr) gioca con la fiducia dell’allenatore e dei compagni, in Italia e all’Inter non ancora. Ha anche lui qualche responsabilità, ma non è un bluff: è un buon giocatore».

Contenuto generato e fornito da Inter-News – Ultime notizie e calciomercato Inter
Inter-news.it © 2019 – Tutti i diritti riservati

from Inter-News https://ift.tt/34UWY7J
via IFTTT