Marotta: “ASL, situazione iniqua! Chiedo intervento Spadafora, è assurdo”

Beppe Marotta Inter

L’Inter tuona sulla questione nazionali e lo fa tramite Marotta. L’Amministratore Delegato ha rilasciato delle pesantissime dichiarazioni all’ANSA dove segnala come, per ora, dall’ASL Lombardia non sia arrivato nessun blocco per i nazionali, mentre altre società lo hanno avuto (vedi articolo).

DISPARITÀ DI TRATTAMENTO – L’Inter rischia di dover mandare i suoi giocatori in nazionale nonostante sia in isolamento fiduciario. Questo perché, al momento, dall’ASL Lombardia non è arrivato il divieto di lasciare la “bolla”, come invece accaduto con altre società. Giuseppe Marotta parla all’ANSA: «C’è un forte rammarico, invoco l’intervento del Ministero dello Sport (ossia del ministro Vincenzo Spadafora, ndr). Questa situazione è iniqua, porta a un’alterazione della regolarità delle competizioni. È assurdo che le ASL si comportino in modo diverso da Roma 1 o Roma 2 (una ha fermato i giocatori della Roma mentre l’altra ha dato via libera a quelli della Lazio, ndr), o da Milano a Firenze (quella toscana ha bloccato la Fiorentina, ndr). Fermo restando che ci sono i protocolli rigidi, e che giustamente tutti dobbiamo rispettarli, c’è la zona d’ombra nella mancanza di centralità di questa gestione, e ogni ASL diventa centrale nella gestione del club. Diventa ancor più di rilievo il mio allarme di qualche giorno fa, con la richiesta di ridurre gli impegni delle nazionali».

Contenuto generato e fornito da Inter-News – Ultime notizie e calciomercato Inter
Inter-news.it © 2019 – Tutti i diritti riservati

from Inter-News https://ift.tt/3eGaWyB
via IFTTT