Sanchez non è mai stato una punta: Conte lo ‘usa’ per far fuori Eriksen?

Sanchez Inter Torino

Alexis Sanchez agisce come trequartista quando viene schierato in coppia con Romelu Lukaku. Questo potrebbe essere uno dei motivi per cui Christian Eriksen sta trovando poco spazio. Ma è anche una delle ragioni per cui l’Inter, a gennaio, potrebbe dover intervenire sul mercato

INCASTRI – Tra le pieghe della gara contro il Torino, Antonio Conte avrà colto in maniera folgorante un aspetto chiave: con Alexis Sanchez in campo, l’Inter perde un riferimento offensivo, e ne guadagna uno sulla trequarti. Chiariamoci, non è notizia di oggi che Sanchez ami svariare su tutto il fronte offensivo, lasciando a Romelu Lukaku il lavoro sporco. Ma gli esperimenti delle scorse settimane, con un trequartista vero, cozzavano inevitabilmente con la necessità di Sanchez di sgomitare nel traffico. Probabilmente è questo uno dei motivi per cui Christian Eriksen ha faticato a trovare ossigeno nell’undici nerazzurro. Stando alle parole di Giuseppe Marotta, ma ancor prima alle scelte di campo, Conte ha ufficialmente bocciato l’ipotesi trequartista stabile, preferendo una pedina capace di occupare in corsa gli spazi a ridosso delle punte.

INCOMPATIBILI – Con Sanchez in campo, dunque, gli spazi sulla trequarti si restringono; mentre Lukaku è abbandonato a sé stesso contro la retroguardia avversaria. Non si tratta di un atteggiamento tattico deprecabile (o almeno non ancora), ma è un assetto che dev’essere supportato e assorbito dal resto delle pedine. In questo senso, potremmo quasi dire che, con Sanchez in campo, Conte abbia già un trequartista, che renderebbe superflua la presenza di un elemento come Eriksen. Ragionamenti che il tecnico, in cuor suo, ha ovviamente già fatto. L’esito delle riflessioni, dopo circa dieci mesi di partite, sembra ormai chiaro a tutti.

Contenuto generato e fornito da Inter-News – Ultime notizie e calciomercato Inter
Inter-news.it © 2020 – Tutti i diritti riservati

from Inter-News https://ift.tt/395JdGZ
via IFTTT