L’attacco di Conte macina record: che differenza dai tempi di Spalletti

Antonio Conte

L’Inter di Conte è una squadra offensiva. I numeri dell’attacco nerazzurro sono da record, e quelli attuali stimolano un confronto diretto con Spalletti.

MIGLIOR ATTACCO – L’Inter di Conte è una squadra a trazione anteriore. In modo netto. Praticamente fin dal primo giorno. I numeri non mentono. Con buona pace delle etichette e dei giudizi dei presunti esteti. Nella prima stagione sono stati macinati record sia per gol stagionali tra campionati e coppe che per reti totali nell’anno solare 2020. Il totale solo in Serie A è stato di 81 palloni depositati alle spalle dei portieri avversari, secondo miglior attacco. Nel 2020-2021 i nerazzurri non si sono certo fermati. Con 57 gol segnati la squadra è attualmente il miglior attacco del campionato. E questo numero specifico è molto utile per capire quanto sia cambiata la musica da quando l’allenatore è Antonio Conte.

STESSI NUMERI, TEMPI DIVERSI – Fino a poco tempo fa infatti la musica era molto diversa. Basta tornare ai tempi di Spalletti. Vale a dire l’allenatore immediatamente precedente a Conte, rimasto in nerazzurro due stagioni. L’ultima è stata il 2018-2019. Quella finita con Inter-Empoli. In quell’annata l’Inter ha chiuso la stagione col sesto miglior attacco della Serie A. Sapete con quante reti segnate? Esattamente 57. In 38 giornate. Un dato che l’Inter di Conte ha pareggiato, ma in 23 partite. Una media di 1,5 contro una di 2,5. Un ritmo di marcia molto, decisamente molto evidente

Inter-News – Ultime notizie e calciomercato Inter – Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News) e il link al contenuto originale (L’attacco di Conte macina record: che differenza dai tempi di Spalletti)
© Inter-News.it 2014-2021 – Tutti i diritti riservati

from Inter-News https://ift.tt/3kg9sOy
via IFTTT