Inter, obiettivo tesoretto: almeno 35 milioni dai prestiti. La situazione oggi

Giuseppe Marotta Inter

In casa Inter stanno iniziando i lavori di programmazione in vista della prossima stagione. Un punto focale riguarda i giocatori in prestito. Analizziamo la situazione caso per caso.

TESORETTO CERCASI – L’Inter si appresta ad affrontare il rush finale della stagione, con la testa già alla prossima. Non si può tuttavia già parlare di programmazione avviata, il nodo della situazione societaria è ancora lontano dallo scioglimento (vedi focus). Ma Giuseppe Marotta e Piero Ausilio dovranno iniziare ad imbastire il progetto per l’annata 2021/22. Se sui rinnovi funge da garanzia Steven Zhang (vedi articolo), diverso è il discorso sui prestiti.

Obiettivo cessione per i giocatori dell’Inter in prestito

ADDIO PER TRE – L’obiettivo dell’Inter è di trasformare quanto prima in definitive alcune di queste situazioni temporanee. E questo riguarda soprattutto Radja Nainggolan, Joao Mario e Valentino Lazaro, che non rientrano nei piani di Antonio Conte. Le richieste per il belga potrebbero scendere ai minimi storici (5-10 milioni di euro). Dal portoghese si puntano a ricavare 10 milioni di euro (vedi ultime news), mentre il riscatto dell’austriaco dal Borussia Monchengladbach è fissato a 13,8 milioni. Se anche il club rivale dell’Inter nell’ultima Champions League non volesse esercitare questa opzione, l’obiettivo economico dei nerazzurri non cambierebbe. Ed eventualmente ci sarebbe il piano B obbligato del recupero (vedi focus).

SITUAZIONI IN STANDBY – Dalle cessioni a titolo definitivo di Nainggolan, Joao Mario e Lazaro l’Inter punta quindi a ricavare almeno 25-30 milioni di euro. A cui potrebbero aggiungersene 6,5, se l’Hellas Verona scegliesse di riscattare Federico Dimarco. L’esterno 23enne sta vivendo la sua miglior stagione in gialloblu: 4 gol e 5 assist in 25 presenze di campionato. Rimanendo a Verona, i gialloblu hanno un’opzione di riscatto anche su Eddie Salcedo, con contro-opzione per l’Inter. Situazioni che non passano inosservate in casa nerazzurra, ma un’offerta concreta (di acquisto dal Verona o da altre squadre) non troverebbe opposizioni.

Prestiti da rinnovare

URGENZE MINORI – Infine ci sono altri tre giocatori da monitorare in questo contesto. A differenza degli altri, invece, sono in prestito secco Lucien Agoumé, Sebastiano Esposito e Lorenzo Pirola. I tre giovani classe 2002 sono un patrimonio per i nerazzurri, anche dal punto di vista tecnico. Viene quindi difficile ipotizzare una cessione definitiva già in estate, salvo offerte clamorose (scenario improbabile).

EVOLUZIONI – Di questi tre talenti classe 2002, il più pronto ad un eventuale salto in prima squadra sarebbe Agoumé. È quindi probabile che Conte voglia sfruttare la prossima estate per un nuovo rodaggio. Per quanto riguarda invece i due italiani, le due stagioni non sono finora troppo soddisfacenti, complice anche un impiego altalenante dei due. Lo scenario più probabile quindi, sia per Esposito sia per Pirola, appare quello di un nuovo prestito, nella speranza di mettere più minuti da pro nelle loro gambe.

Inter-News – Ultime notizie e calciomercato Inter – Il presente contenuto è riproducibile solo in parte, non integralmente, inserendo la citazione della fonte (Inter-News) e il link al contenuto originale (Inter, obiettivo tesoretto: almeno 35 milioni dai prestiti. La situazione oggi)
© Inter-News.it 2014-2021 – Tutti i diritti riservati

from Inter-News https://ift.tt/3rtZ1bW
via IFTTT