Inter, similitudini Mancini-Spalletti: no alla sindrome di Narciso

Spalletti Mancini

L’Inter vince senza convincere sul campo del Crotone, 3 punti pesanti e importanti arrivati grazie alle reti di Milan Skriniar e Ivan Perisic: il giorno dopo il match è sempre tempo di analisi e riflessioni. Luciano Spalletti, durante la consueta conferenza della vigilia, aveva predicato umiltà e la squadra sembra avergli dato retta

DETTAMILuciano Spalletti, alla vigilia di Crotone-Inter, dice chiaramente qual è l’errore da non commettere dopo un inizio di campionato spumeggiante: «Quello di non credersi ormai una squadra forte, se tu credi di essere uno dei primi della classe c’è meno disponibilità a migliorare e andare avanti per cui questo diventa fondamentale. Anche nell’ultima partita ho visto l’atteggiamento giusto, la disponibilità a sacrificarsi, correre, soffrire ed essere squadra e penso che non farà questo errore neanche domani».

NARCISO – All’indomani della sofferta vittoria sul campo dei calabresi, possiamo certamente affermare che il tecnico nerazzurro ha ragione e ci ha visto bene: la sua squadra allo “Scida” non ha commesso l’errore di sentirsi arrivata, ha sofferto e resistito alle iniziative del Crotone, portando a casa 3 punti pesanti aiutata anche dalla buona sorte e da un Samir Handanovic in grande spolvero. L’Inter vista ieri non è sicuramente spettacolare, sono tante ancora le cose da migliorare, proprio come detto da Spalletti: non bisogna credersi forti dopo 4 vittorie su 4, altrimenti si rischia di non migliorare. Proprio come successo con Roberto Mancini nel 2015/2016: 5 vittorie nelle prime 5 di campionato, testa della classifica fino a dicembre e poi il tracollo definitivo a causa di un’ostentazione di forza che non aveva ragione di esistere. L’Inter ora come ora funziona e i miglioramenti possono arrivare solo con il lavoro e la voglia di crescere, basta non farsi prendere dalla sindrome di Narciso. E Spalletti lo sa.

Contenuto generato e fornito da Inter-News – Ultime notizie Inter
Tutti i diritti riservati

Leggi la notizia completa qui: Inter-News http://ift.tt/2wyJtY5
via IFTTT http://ift.tt/1VeuU5T visita la nostra pagina fb: http://ift.tt/1VotyWY