Cesari: “Rigore Roma-Inter, una cosa inspiegabile. Icardi? Spiegatemi”

Graziano Cesari

Graziano Cesari è intervenuto in collegamento con “Tiki Taka – Il calcio è il nostro gioco” su Italia 1 e si è soffermato a lungo sugli episodi da moviola di Roma-Inter, partita giocata domenica sera allo Stadio Olimpico. Secondo lui erano da rigore sia il contrasto fra Danilo D’Ambrosio e Nicolò Zaniolo sia quello fra Kostas Manolas e Mauro Icardi.

ERRORI IN SERIE«36′, contatto in area di rigore interista tra Danilo D’Ambrosio e Nicolò Zaniolo. Fischia il fallo successivo Gianluca Rocchi, protesta la Roma e Zaniolo dice di non essersi tuffato. L’aggancio col piede sinistro di D’Ambrosio è netto, non tocca mai il pallone quindi è assolutamente irregolare. Rocchi non può vederlo perché c’è Joao Mario davanti, la sua visione non è la migliore purtroppo per lui. Il movimento del corpo da destra a sinistra indica che il direttore di gara non vede assolutamente, quindi a questo punto è necessario l’intervento di Michael Fabbri davanti al monitor, è necessario per aiutare il direttore di gara. La cosa inspiegabile è proprio questa, perché sicuramente un silent check c’è stato, qualche cosa si sono detti ma che Fabbri abbia sbagliato così clamorosamente una valutazione è inaccettabile. Fabbri non ha avuto il coraggio di mandare Rocchi al monitor, semplicemente perché quando è successo nell’altra area quel fatto fra Gaston Ramirez e Kostas Manolas c’era Massimiliano Irrati in campo e Rocchi al VAR (Roma-Sampdoria dell’11 novembre con rigore dato e tolto al VAR, ndr), c’è un problema di soggezione. C’è una protesta della Roma sul gol di Keita Baldé Diao, nell’azione di partenza c’è un contatto con Ivan Perisic che spinge alle spalle il giocatore della Roma (Zaniolo, ndr). Il numero 44 dell’Inter come può andare sul pallone se non spinge sulla schiena il giocatore della Roma? Passa tanto tempo e non lo si può certamente imputare a questo tipo di fallo, però anche questa situazione è da un arbitro attento, in questo caso il VAR può andare a rivedere l’azione, il pallone va sempre in avanti quindi non c’è stata una discontinuità d’azione. Il contrasto fra Kostas Manolas e Mauro Icardi? Io dico solamente una cosa: un giocatore che sta andando a grande velocità, che ha il controllo e il possesso del pallone e arriva sul piede sinistro che lo appoggia lui che è naturalmente un destro, Manolas che non guarda mai il pallone va direttamente su Icardi. Voi spiegatemi perché. C’è un assistente VAR vicino, la mia domanda è: ci sono tre arbitri, un quarto uomo e due assistenti, può essere che non riescano a cogliere sulle proteste che è necessario andare a vederlo al VAR? È inconcepibile».

Contenuto generato e fornito da Inter-News – Ultime notizie e calciomercato Inter
Inter-news.it © 2018 – Tutti i diritti riservati

Leggi la notizia completa qui: Inter-News https://ift.tt/2APdkQp
via IFTTT https://ift.tt/2xuIKcO visita la nostra pagina fb: https://ift.tt/1VotyWY

Annunci