Romano: “Inter, Ausilio si era opposto per Zaniolo alla Roma ma Monchi…”

Fabrizio Romano

Fabrizio Romano su “CalcioMercato.com” racconta i retroscena della trattativa che ha portato Nicolò Zaniolo alla Roma nell’ambito dell’operazione per Radja Nainggolan all’Inter

I RETROSCENAFabrizio Romano svela così i passaggi dell’operazione estiva tra giallorossi e nerazzurri: “Nessuno è sorpreso all’Inter, anzi. Chiunque in società si aspettava un exploit da parte di Nicolò Zaniolo, quel talento elegante che la Roma si è regalata nell’operazione Radja Nainggolan in quei giorni di giugno nel silenzio generale e che ora può coccolarsi dopo averlo visto splendere in più occasioni, l’ultima proprio contro i nerazzurri. Ma allora perché la dirigenza dell’Inter si è privata così di Zaniolo? Quel ragazzo classe ’99 si candida per il futuro della Roma e della nostra Nazionale, è stato valutato 4,5 milioni nell’operazione complessiva e già era diventato rimpianto della Fiorentina che lo aveva svenduto all’Entella dove poi ha spiccato il volo destinazione Milano. La verità è che l’Inter ha provato in ogni modo ad evitare la cessione di Zaniolo. Non è stato assolutamente un passaggio semplice o scontato della trattativa, tutt’altro; qualcuno ricorderà quattro o cinque giorni di stallo in cui l’affare Nainggolan era al traguardo senza arrivare alle firme, il motivo non era l’inserimento di Davide Santon ma proprio di Zaniolo. Il DS nerazzurro Piero Ausilio in primis si è opposto più volte all’addio di Nicolò, la Roma lo ha ritenuto condizione imprescindibile per chiudere l’operazione: in sostanza, niente Nainggolan all’Inter se non fosse compreso Zaniolo nel discorso. Inter che di giovani ne ha messi sul tavolo tanti pur di accontentare la Roma, nulla da fare; Monchi ha preteso Zaniolo, passaggio obbligatorio a costo di far saltare tutto. La decisione dell’Inter è stata così di accontentare comunque Luciano Spalletti puntando su un giocatore affidabile come Nainggolan anche in ottica Champions League, sacrificando Zaniolo che tutti – Ausilio in particolare – mai avrebbero voluto dar via. Bravo Monchi a insistere, tanto che dal collega nerazzurro ha ricevuto più di una volta qualche battuta sul prezzo. Tutti scrivevano che erano sospetti quei 4,5 milioni di valutazione per Zaniolo, cifra gonfiata o troppi soldi per fare plusvalenza. Oggi, sembrano spiccioli. L’Inter sorride amaro, la Roma gongola perché ha comunque il merito di aver lanciato con coraggio questo ragazzo. E di aver detto no a qualsiasi clausola di recompra pure a cifre altissime: i tifosi nerazzurri in estate chiedevano se ci fosse l’opportunità di riprenderlo anche a condizioni importanti, la risposta è no. O meglio, c’è solo una percentuale sulla futura rivendita che spetterà all’Inter. La Roma però lo ha voluto a titolo definitivo e blindato, Zaniolo ha rotto il ghiaccio e adesso deve confermarsi. Insomma, è solo l’inizio. Ma se le premesse sono queste, un nuovo talento si affaccia davvero sul nostro calcio”.

Contenuto generato e fornito da Inter-News – Ultime notizie e calciomercato Inter
Inter-news.it © 2018 – Tutti i diritti riservati

Leggi la notizia completa qui: Inter-News https://ift.tt/2KTxsFn
via IFTTT https://ift.tt/2Mbl7fD visita la nostra pagina fb: https://ift.tt/1VotyWY

Annunci