Anastasi: “All’Inter bene, ma tifavo Juventus! E deve vincere. Marotta…”

Anastasi

Pietro Anastasi – ex attaccante dell’Inter -, intervistato da “JuveNews.eu”, dice la sua in vista di Juventus-Inter, essendo ex di entrambe le squadre, anche se la preferenza bianconera è piuttosto nota, e dà il benvenuto a Marotta

TRE RISULTATI SU TRE – Per Pietro Anastasi solo un risultato può salvare la stagione nerazzurra ai vertici assoluti: «Prima di tutto l’Inter deve vincere. La vittoria è l’unico obiettivo dell’Inter se vuole restare in corsa per lo scudetto perché sa benissimo che, in caso di sconfitta, verrebbe tagliata fuori dai giochi. L’Inter certamente è una squadra molto importante ed è una partita aperta a qualsiasi risultato: 1, X o 2! Campionato già chiuso se vince la Juventus? No, chiuso no. Però sappiamo benissimo che questo scudetto lo può perdere solamente la Juventus: mai come quest’anno ha avuto una rosa così ampia e piena di qualità».

DA MILANO A TORINO – Il trasferimento alla Juventus di Anastasi è legato a un retroscena già a tinte nerazzurre: «E’ stato tutto un po’ complicato, perché sembrava quasi che fossi andato all’Inter. C’è stata una partita che ho fatto con l’Inter, contro la Roma… Nell’intervallo di Inter-Roma mi hanno detto che ero passato alla Juventus e io giocavo ancora con la maglia dell’Inter. Io sono stato sempre juventino. Ho giocato all’Inter e sono stato bene, ma sono juventino fino al midollo. Il mio Juventus-Inter più bello? La prima partita che ho fatto a San Siro con la Juventus. Il primo anno abbiamo vinto 1-2 a Milano e ho fatto due gol io. Il sogno di ogni bambino».

DA TORINO A MILANO – Poi, appunto, il passaggio di Anastasi dalla Juventus all’Inter: «Ci sono state dimostrazioni d’affetto nei miei confronti, però, sai com’è, i giocatori passano e la società rimane… Mi ha fatto piacere l’affetto che mi hanno dimostrato i tifosi, alcuni erano contrariati, ma sono cose che capitano tutt’oggi, non c’è da farsene un problema. Sicuramente “Calciopoli” ha influito pesantemente, però Juventus-Inter ha sempre mantenuto una rivalità accesa, anche quando giocavo io. Certamente non forte come adesso, perché ora si va oltre le righe se si esagera un pochettino e questo non fa bene al calcio. Io da tifoso ho fatto l’in bocca al lupo oggi a Beppe Marotta: gli ho fatto gli auguri per il suo nuovo percorso, secondo me farà grandi cose. Abbiamo degli amici e dei posti in comune a Varese e ci rispettiamo a vicenda, però tifo sempre Juventus…».

Fonte: JuveNews.eu – Fabio Marzano

Contenuto generato e fornito da Inter-News – Ultime notizie e calciomercato Inter
Inter-news.it © 2018 – Tutti i diritti riservati

Leggi la notizia completa qui: Inter-News https://ift.tt/2Poz4HU
via IFTTT https://ift.tt/2zKG0Ki visita la nostra pagina fb: https://ift.tt/1VotyWY

Annunci