Nerozzi: “Marotta segnalato a Torino, chissà se fa Juventus-Inter. Icardi…”

Massimiliano Nerozzi

Massimiliano Nerozzi, giornalista del quotidiano “Il Corriere della Sera”, è intervenuto in collegamento con l’ultima edizione di Sky Sport 24. Nel presentare Juventus-Inter di domani sera, oltre a un’analisi degli allenatori e dei principali giocatori in campo, ha anche segnalato una minima possibilità di vedere Giuseppe Marotta all’Allianz Stadium, prima dell’annuncio ufficiale dell’ingresso nella dirigenza nerazzurra.

SFIDA IN PANCHINA«I due allenatori? Hanno delle cose in comune. La differenza è ovvio che parte dal palmarès, perché Massimiliano Allegri ha vinto quasi tutto e Luciano Spalletti no, sono le vittorie poi che ti danno anche la sicurezza nella gestione del gruppo e delle scelte. Forse su questo la differenza vera è che Allegri, soprattutto da quando è alla Juventus, ha una tranquillità nella gestione del gruppo e nelle decisioni difficili che Spalletti, invece, in altri momenti chiave delle sue stagioni non ha avuto. Juventus-Inter significa tanto, lo sanno benissimo i giocatori della Juventus, significa che anche se hai una squadra che è dietro in classifica hai la certezza che farà una grande partita. È quasi separata dal resto del campionato, probabilmente infatti domani sera ci sarà gara, cosa che invece non possiamo usare per il campionato perché sulla lunga distanza le differenze ovviamente si ingrandiscono».

UOMINI CHIAVE«Mauro Icardi ha fatto spesso male alla Juventus, basta andare anche in anni recentissimi, ed è del tutto evidente, nonostante l’assenza di Radja Nainggolan, che l’Inter di quest’anno è molto più solida e può mettere in difficoltà la Juventus, novanta minuti non sono un campionato intero. Icardi dovrà giocare contro due che sono in cattedra a Harvard, come disse José Mourinho a Manchester (si riferisce a Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini, ndr), Cristiano Ronaldo avrà fisico contro però è uno che sa far pesare esperienza. Sono loro i due protagonisti, ma anche Paulo Dybala sta prendendo un po’ le misure del suo nuovo attico: è da qualche partita che lo sta usando praticamente trequartista, adesso ha alti e bassi nella partita però è chiaro che quando si accende è un giocatore molto difficile da andare a prendere, potrebbe essere un giocatore decisivo. Kwadwo Asamoah è un giocatore di straordinaria utilità, duttilità e umiltà. Bisogna ricordare che quando arrivò a Torino con la Juventus arrivò mezzala dall’Udinese, prima intervista a Torino disse di aver giocato terzino due volte. Antonio Conte lo prese da parte e gli disse di non aver altri terzini migliori di lui, è diventato terzino ma in realtà lui è centrocampista interno, è uno super disponibile e non dice nulla, l’Inter con lui ha fatto un grande affare perché era in scadenza con la Juventus».

L’ASSENTE DI JUVENTUS-INTER«Oggi Giuseppe Marotta è stato segnalato a Torino, chissà se domani potrebbe andare allo stadio. Molti si aspettano tanto da Marotta, penso sia da parte interista ma anche che lo temano da parte juventina. Quel che la Juventus ha fatto in campo con Cristiano Ronaldo l’Inter lo sta cercando di fare in dirigenza con Marotta, poi non so se l’impatto sarà lo stesso ma è evidente che prendere uno dei dirigenti fautori del ciclo juventino è un passo per avvicinarsi al successo. Dobbiamo aspettarci una partita tattica secondo me, perché l’Inter non si vorrà scoprire. Spero e sono sicuro di un paio di grandi numeri, perché Icardi le statistiche non mentono e Cristiano Ronaldo ci tiene sempre a fare un figurone, soprattutto per come è finito il Pallone d’Oro».

Contenuto generato e fornito da Inter-News – Ultime notizie e calciomercato Inter
Inter-news.it © 2018 – Tutti i diritti riservati

Leggi la notizia completa qui: Inter-News https://ift.tt/2QJeNRY
via IFTTT https://ift.tt/2E9yvjt visita la nostra pagina fb: https://ift.tt/1VotyWY

Annunci